Giovanni Rana a Londra ha proposto un angolo d’Italia

Famiglia Rana Grocer (https://www.rana.co.uk)

La Giovanni Rana è una di quelle aziende che ha incentrato la propria immagine sulle proprie origini che poi in questo specifico caso significano il fondatore. Sì, proprio lui. Giovanni Rana. Quello delle pubblicità fatte in prima persona alla faccia dei registi e dei sceneggiatori. Un imprenditore entrato letteralmente in milioni di famiglie italiane. E che ha deciso di portare anche all’estero la propria immagine sbarcando negli Usa con gli spot fatti in prima persona.

LA FAMIGLIA RANA GROCER A LONDRA. Cosa c’è di più italiano della pasta nel settore alimentare? La Pizza? Sì, probabilmente. Ma non solo. Uno dei simboli italiani è senz’altro la bottega dell’alimentari. Botteghe che ormai resistono solo nei piccoli paesi, sopratutto montani, e che nelle grandi città ormai sono quasi del tutto sparite. Botteghe a dimensione famigliare in cui – nell’immaginario collettivo – c’è l’autentico cibo italiano. Il prosciutto crudo tagliato all’affettatrice, i formaggi tagliati con il coltello. La plastica (quasi) bandita a favore della carta.

(https://www.rana.co.uk/lafamigliaranagrocer)

E così la Famiglia Rana (il marchio diventa Rana Family in Uk) ha aperto una grocery: la Famiglia Rana Grocer. Rimasto aperto dal 9 novembre al 16 dicembre, al 51 di Marylebone High Street, Londra. Una rivisitazione del concetto di “bottega alimentare” italiana comunque di sicuro effetto perché ha portato un pezzo di made in italy nel cuore di Londra. E se a farla da padrona è la pasta fresca Rana, l’alimentari come qualsiasi vera bottega ha offerto anche altri prodotti d’eccellenza italiana: dai biscotti pugliesi di Ceglie alle Tegole valdostane, dal Lonzino di Fico alla  Cicerchia di Serra de’ Conti, dall’olio extravergine d’oliva di Alfredo Cetrone delle Colline Pontine Dop di Sonnino, al formaggio con le vinacce vitovska del Friuli, fino al chinotto di Savona e tanti altri prodotti.

(https://www.rana.co.uk/lafamigliaranagrocer)

Altre curiosità. Il Fresh pasta kit for foodies un kit per cucinare la pasta fresca Rana a casa compresi gli ingredienti per condirla. E ancora l’intera operazione ha uno sfondo solidale. Il kit era in vendita a 10 sterline e il ricavato sarà devoluto all’associazione no profit Foodcycle. Previsti anche dei workshop sempre a tema pasta fresca al costo simbolico di 5 sterline anch’esse donate a Foodcycle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RELATED POST

Arriva il marchio “Toscana” per le aziende del Granducato. Uno strumento in più?

(foto tommasomorini/Pixabay) Toscana, Tuscany, Toskana. Il brand toscana è famoso in tutto il mondo. Le città: Firenze, Siena, Arezzo. Gli…

-->

Il “latte di una volta” per i marchi locali di Parmalat. Un esempio per aziende più piccole

Una buona parte del valore di un marchio (sopratutto se locale) è racchiuso nella sua identità e nella sua storia.…

-->